Firma Digitale CNS, come funziona e come averla

fonte: https://info.team-service.it/firma-digitale-cns-come-funziona-e-come-averla/

Spesso sentiamo parlare di firma digitale ma non a tutti è chiaro il suo impiego e la sua utilità.

Immaginiamo di dover inviare un documento firmato ad un ufficio pubblico, normalmente dovremmo stamparlo, firmarlo e poi scansionarlo per poterlo inviare ma dovremmo avere a disposizione una stampante ed uno scanner.

Non è difficile capire dunque che non ci troviamo in una situazione di comfort assoluto.

Grazie alla tecnologia, oggi è possibile svolgere tutte queste operazioni direttamente dal nostro dispositivo, che sia il PC, il tablet o lo smartphone e nello specifico è possibile firmare un file, cioè il documento, in modo digitale, senza sforzi e con lo stesso valore legale che ha la firma apposta sul documento di carta.

Dunque, la firma digitale e la CNS: cosa sono, come funzionano e come averle?

Cos’è una firma digitale?

La firma digitale è una procedura elettronica che si basa su un sistema di certificazione che assicura l’autenticità e l’integrità dei documenti inviati tramite mezzi informatici.

La firma digitale ha un eguale valore rispetto alla firma autografa, la semplice differenza è che la firma digitale non si applica sui documenti con una penna, ma attraverso un click.

Offre inoltre anche le stesse garanzie, che sono: autenticità del mittente, integrità del documento e il non ripudio di esso, cioè una volta firmato un documento, questo non può essere modificato, è garantita l’identità di chi l’ha firmato e quest’ultimo non può dire “non l’ho firmato io”, insomma la firma digitale è indice di garanzia e autenticità.

>> OTTIENI LA FIRMA DIGITALE SENZA MUOVERTI DA CASA <<

Cos’è la CNS – Carta Nazionale dei Servizi?

La Carta Nazionale dei Servizi è un certificato digitale che contiene l’identità di una persona e può essere usata per accedere telematicamente a tutti i siti web della Pubblica Amministrazione.

In pratica è come avere delle credenziali uniche, uguali per ogni portale della Pubblica Amministrazione, senza dover fare decine di registrazioni e ricordare altrettante combinazioni di user e password.

Che aspetto ha una firma digitale

La firma digitale e la CNS, non hanno un vero e proprio aspetto fisico, sono dei certificati digitali della durata triennale, cioè dei file con all’interno delle informazioni, infatti per essere precisi si chiamano Certificato di Firma Digitale e Certificato di autenticazione CNS.

Questi certificati vengono memorizzati su vari dispositivi fisici per poter essere utilizzati:

  • la smart-card, una tesserina con chip tipo carta di credito;
  • il token USB, che ha le sembianze di una normalissima chiavetta USB;
  • la firma remota che però non ha un supporto fisico da portare con se, il certificato in questo caso è memorizzato su di un server e vi si accede un software o un APP.

Ogni dispositivo di firma ha le sue peculiarità, ad esempio la smart-card è comoda da trasportare ma serve un lettore di carte per poterla usare, mentre per il token USB non serve un lettore ma non entra nel portafogli come la carta di credito e la firma remota non avendo un dispositivo fisico è la più portatile ma gli manca il certificato CNS per accedere ai siti della Pubblica Amministrazione.

Vediamo adesso come si utilizza una firma digitale

In linea generale per firmare digitalmente un file è necessario avere il dispositivo di firma digitale, un software che sia in grado di leggere i certificati memorizzati sul dispositivo ed il PIN di accesso al dispositivo.

Nel pratico le cose cambiano leggermente in funzione del tipo di dispositivo che si possiede:

  • con la smart-card, il software di firma deve essere installato su un computer a cui deve essere collegato un lettore di smart-card;
  • se si usa il token USB, è sufficiente avere un computer a cui collegare semplicemente il token USB perchè esso funge già da lettore ed al sua interno è già presente il software di firma;
  • nel caso di firma remota, è’ sufficiente avere un software di firma su PC, tablet o smartphone.

Leggi anche: “Solidarietà digitale: assistenza sulla Firma Digitale”


Ma come si ottiene una firma digitale?

La firma digitale ed il certificato CNS sono rilasciati da soggetti autorizzati dalla normativa, chiamati Enti Certificatori, che attraverso degli operatori sul territorio hanno il compito di identificare con certezza il richiedente prima di poter generare i certificati di firma e cns e memorizzarli poi sui dispositivi.

Per ottenere la firma digitale è necessario accedere ad una procedura di identificazione attraverso un operatore di un qualsiasi Ente Certificatore, che può avvenire dal vivo oppure a distanza con una videochiamata certificata.

Serviranno semplicemente un documento di identità in corso di validità e la tessera sanitaria, l’operatore svolgerà tutte le procedure per il riconoscimento ed infine rilascerà il dispositivo di firma digitale.

Quanto costa?

Tanti sono gli Enti Certificatori ed i prezzi possono oscillare tra i 40 ed i 150 euro. Molto dipende dalla scelta del tipo di dispositivo che più si adatta alla proprie esigenze e dal tipo di procedura identificativa che si sceglie, dal vivo o a distanza.

In conclusione, al netto degli obblighi di legge attualmente in vigore, che prevedono l’uso della firma digitale per qualsiasi adempimento telematico da svolgere con la Pubblica Amministrazione e l’abolizione della Procura Speciale per le pratiche presso la Camera di Commercio, l’utilità di un tale strumento è indiscutibile e lo è ancor di più se si valuta la sua semplicità di utilizzo, la portabilità ed il costo contenuto.

Agenzia Marconi Servizi

Leave a Reply

Your email address will not be published.